sabato 22 aprile 2017

Ciclismo, morto Michele Scarponi: minuto di silenzio in gare sportive

Tragedia nel ciclismo. E' morto a 37 anni, vittima di un incidente stradale, Michele Scarponi. E' stato investito questa mattina da un furgone a Filottrano, in provincia di Ancona. Da una prima ricostruzione l'"Aquila di Filottrano", così come era soprannominato Scarponi, in sella alla sua bicicletta per
allenarsi percorreva via dell'Industria quando a un incrocio è stato travolto da un furgone, il cui conducente pare non abbia proprio visto il ciclista che gli ha tagliato la strada. Michele Scarponi era tornato a Filottrano ieri da una gara. Attivato il 118, la centrale operativa ha provveduto ad inviare un'ambulanza che in pochi minuti ha raggiunto il luogo dell'intervento. Nel frattempo, da Torrette, si alzava in volo l'elicottero. L'anestesista rianimatore non ha potuto far altro che constatare il decesso. Lascia la moglie e due figli gemelli. Solo cinque giorni fa Scarponi aveva vinto a Hungerburg, in Austria, la prima tappa del Tour of Alps. Avrebbe compiuto 38 anni a settembre. Professionista dal 2002, grande scalatore, ha vinto il Giro d'Italia 2011 dopo la squalifica di Alberto Contador. Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, partecipando al dolore della famiglia e di tutto il mondo del ciclismo, ha invitato le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive, che si disputeranno in Italia da oggi e per tutto il fine settimana in ricordo di Michele Scarponi. Scarponi era diventato professionista dal 2002 e si era affermato come un fortissimo scalatore. Gareggiava per l'Astana, con cui si preparava ad affrontare il prossimo Giro d'Italia in cui sarebbe stato il capitano del team kazako, dopo l’infortunio di Fabio Aru che non parteciperà alla corsa rosa.


Via: AskaNews
Foto: AFP/Luk Benies

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...